Now Reading
Verso i Distretti Agroalimentari di qualità

Verso i Distretti Agroalimentari di qualità

Il Pomodoro San Marzano Dop e il Carciofo di Paestum IGP al centro dei progetti di costituzione di due Distretti Agroalimentari di Qualità della Regione Campania. Occasione di sviluppo territoriale, agricolo e industriale.

Il Distretto Agroalimentare di Qualità “Agro Sarnese-Vesuviano” e il Distretto Agroalimentare di Qualità Piana del Sele si presentano al Fruit Logistica di Berlino. Nell’area live dell’Italian Fruit Village, venerdì 7 febbraio alle ore 11,30, Fabio Grimaldi – Presidente Consorzio di tutela del Pomodoro S. Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino Emilio Ferrara – Direttore del Consorzio di tutela del Carciofo di Paestum IGP Gennaro Velardo – Direttore Organizzazione di Produttori A.O.A. discuteranno di uno degli strumenti di progettazione integrata del territorio che maggiormente saranno in grado di avere un impatto positivo sul sistema agroindustriale dei territori di riferimento e che vedono coinvolte, in modo sinergico, iniziative sia pubbliche che private.

La Regione Campania in attuazione della normativa del 2001 ha approvato il regolamento per il riconoscimento e la costituzione dei DAQ (Distretti Agroalimentari di Qualità) disciplinando l’oggetto su cui essi devono focalizzare le proprie azioni, ovvero la competitività di un prodotto a marchio di qualità, il cosiddetto “prodotto pivot”.

È in questa ottica che il Consorzio di Tutela del Pomodoro S. Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino e il Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP hanno deciso di farsi promotori del riconoscimento e della costituzione dei due Distretti Agroalimentari di Qualità per le aziende dei territori dell’Agro Sarnese-Vesuviano e della Piana del Sele. Due prodotti che caratterizzano non solo due territori, ma due importanti filiere agroindustriali.

Il pomodoro San Marzano Dop prodotto che rappresenta da sempre il “Pomodoro pelato conservato” e che coinvolge una grande filiera che comprende aziende agricole, Organizzazioni di Produttori e aziende di trasformazione. Un importante comparto per il quale il Distretto Agroalimentare di qualità intende essere soggetto promotore di politiche di sviluppo dedicate al miglioramento delle condizioni di lavoro e redditività del territorio, per il quale rappresenterà un elemento di rafforzamento dei sistemi locali andando ad aumentare la capacità di governo dello sviluppo, agendo al contempo da aggregatore e promotore di processi di qualità per tutti gli attori che compongono la filiera.

See Also

Il Carciofo di Paestum IGP che per la Piana del Sele ha un valore non solo economico ma è elemento fondamentale della sua identità. Un prodotto che per le sue caratteristiche produttive può essere considerato come l’esempio di qualità delle coltivazioni in pieno campo. Di conseguenza, tutte le buone pratiche che saranno realizzate lavorando sul Carciofo di Paestum IGP potranno essere sperimentate anche per le altre colture, determinando un miglioramento dell’offerta del territorio. L’obiettivo più generale del Distretto è che il Carciofo di Paestum IGP possa essere un driver per lo sviluppo non solo del territorio ma anche per la competitività delle produzioni che caratterizzano la Piana del Sele.

What's Your Reaction?
Excited
3
Happy
0
In Love
1
Not Sure
1
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top